La tizia che non amava l’acqua

Ieri abbiamo  ancora avuto 30 gradi. Un caldo da morire.  Sembra che non sia piovuto da un secolo. Non c’è piu stagione dicono gli anziani. Il cielo è disperatamente blu. All’inizio di aprile c’erano già i ciliegi  sui banchi dei mercati. Gli allevatori di bovini hanno già chiesto di potere usare l’erba dei campi a maggese per nutrire il bestiame. La temperatura media è stata superiore di 4,4°  alla media climatica. Concretamente : 15,8° in aprile invece dei 11,4° aspettati. Météo France ha osservato di pomeriggio una media di 22,7° a Bordeaux. Proprio allucinante ! Ovviamente, c’è un deficit idrico terribile. Le falde freatiche sono ridotte all’osso. Gli agricoltori che avevano seminato il granturco, non hanno diritto di annaffiare. I semi sono morti prima di uscire alla luce…Ormai, siamo in emergenza rossa. E vietato annaffiare il giardino, riempire le piscine…I padri di famiglia che lavavano la macchina, la domenica mattina, errano senza scopo, i climatologi che dicevano di solito : “Bordeaux è il vaso di notte della Francia” sono inviati al manicomio… Certi pensano già a 2012, la profezia dei maya, la fine del mondo, siamo tutti disperati tranne, palesemente, la tizia che non ama l’acqua. Lei se ne frega dei danni della siccità, del riscaldamento climatico…ogni volta che piove troppo…la tizia diventa stressata…non, non, lei dice, tre doccie fino a settembre  mi basteranno !

La tizia…

2011 : un grande millesimo ?

Annunci

One thought on “La tizia che non amava l’acqua

  1. Qui da noi invece l’aria è ancora fresca ed è meglio così.So che in tutta la Francia il clima è quasi desertico.Chatiment de Dieu.Dovete cambiare presidente della Repubblica.Porta sfiga.In Italia il governo è ladro solo quando piove.Forse in Francia è l’esatto contrario.Io vi propongo:elezioni anticipate a meno che preferite la Tizia e sacrificare tutto il resto e credimi ne vale la pena.Parola di Omar Khayyam:

    Alle labbra di questa povera e polverosa coppa,

    bevvi per svelare il sottile segreto della vita;

    le labbra della coppa, alle mie labbra mormorarono,

    bevi fin quando vivrai, dopo non potrai più farlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...