Precoci le ragazze di Bordeaux !

Saint Estèphe (Médoc).

Nel periodo estivo, se la natura è stata generosa, viene eseguita la  vendemmia verde  per contenere l’esuberanza delle vigne. Il controllo della vegetazione delle piante è un’operazione fondamentale. Si abbassa la resa   tagliando i grappoli giudicati in eccesso. Cosi, si migliora il processo di maturazione dei grappoli rimasti  e si ottiene i più   adeguati rendimenti quantitativi a vantaggio della qualità.

Di solito la vendemmia verde è effettuata alla fine del mese di luglio. Incredibile ! quest’anno, la vendemmia verde ha già iniziata. Si vendemmia ovunque a Bordeaux. Colpa della siccità.  Mentre gli allevatori sono costretti ad abbattere il loro bestiame, i viticoltori ridono….

Cliccando sulla foto vedrete il château Lafon-Rochet (Saint-Estèphe)

Annunci

5 thoughts on “Precoci le ragazze di Bordeaux !

  1. Ciao Alex,

    quindi quest’anno si prepara una grande annata per i bordolesi… Scommetto che i futures hanno già preso quotazioni da collezionista…

    Bella la storia della vendemmia verde. Non la sapevo. E c’è una logica. Visto che la produzione deve essere di qualità, che si sacrifichi un po’ la quantità offrendo nutrimento ai grappoli che arriveranno a maturazione. Non so se in Italia lo capirebbero. Non dappertutto comunque.

    Certo un principio del genere sarebbe totalmente avulso in Cina. Dove pur di vendere, si falsificano vini, etichette, bottiglie… Tutto il sofisticabile insomma.

    Ciao, a presto,
    HP

  2. Ciao H.P
    I cinesi hanno già comprato cinque castelli nel Médoc. Di recente, Richard Shen, un gioielliere, padrone del gruppo Tesiro, si è offerto il castello Laulan Ducos, 22 ettari, comunque già un cru borghesi (Denominazione di origine controllata). Vuole aprire delle “boutique” in Cina per vendere suo vino, lo venderà anche nelle sue gioiellerie ! bo, 22 ettari ! la produzione non sarà sufficiente per questi progetti faraonici…
    Alex

  3. caro Alex,

    mala tempora currunt! Se i cinesi cominciano a comprare i castelli, è la fine della vinificazione di qualità per voi.

    La logica del profitto vincerà sul pregio, sulla rarità, sul “si fanno queste bottiglie, punto e basta”. Se ne faranno di più, perchè ci sono cinesi che si riempiono le cantine di Chateau Lafite e Mouton, si riempiono la bocca di questi suoni francesi che manco sanno pronunciare, e un giorno quei nomi non saranno più sinonimo di eccellenza e di prestigio.

    Ricomprateveli. Non cedete la vostra cultura secolare per riempire portafogli di euro. Un giorno rimpiangerete i vostri castelli.

    Un abbraccio,
    HP

  4. Hum…sono piuttosto gli americani e i giapponesi a salvare l’Armagnac. Ne sono golosi….Dio salvi anche Bordeaux, Osman. I vigneti cominciano a soffrire della carenza idrica.
    Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...