Ardo di una fiamma di rabbia inestinguibile

Lacanau Ocean. Lo stagno di Cousseau è una riserva naturale  tra il lago di Lacanau (sud) e quello di Carcans (nord), nella foresta  landese  a due passi dall’oceano :

(Cliccate per ingrandire)

Un incendio è divampato sabato pomeriggio.  Da due giorni, i vigili del fuoco lottano coraggiosamente contro il rogo che ha già bruciato 300 ettari. L’incendio non è ancora sotto controllo. Cosa è successo ?  Non lo sappiamo ancora. Un temporale che avrebbe messo fuoco alla torba la settimana scorsa  ?  pero l’incendio non si è dichiarato nella palude di Cousseau.  Un piromane ?  degli imbecilli che fumano nella foresta mentre ci sono cartelli che indicano ovunque il divieto ? Qui, abbiamo la foresta più estesa di Europa  con 1,7 milioni di ettari di pini marittimi ; è una foresta coltivata. Inutile dire che siamo a rischio con la siccità che ci colpisce quest’anno. Sono sommerso dalla rabbia, la tristezza, la fatalità, lo smarrimento. Sono andato “al” Cousseau, tre settimana fa, prima l’afflusso dei turisti sulle spiagge, era un paradiso terrestre

Sopra, c’erano le nuove piantagioni di pini marittimi. la coltivazione si estende su un periodo di 50 anni. I silvicoltori  non lavorano per loro, ma per le nuove generazioni.  Quando un  silvicoltore taglia gli alberi sono quelli piantati dal suo nonno quando era giovane. Allora, potete immaginare il disastro quando la foresta brucia…

Vicino allo stagno c’è la foresta primitiva di farnie, questa foresta ci racconta come era la regione una volta. Se avete letto il barone rampante sapete di cosa sto parlando….

lo stagno di Cousseau, la palude, la foresta. un rifugio per la volpa, il tasso, la lontra, la genetta, il capriolo, la cannaiola, l’usignolo di fiume, il falco pescatore, il nibbio bruno, l’airone cenerino, il cormorano….e tanti altri….

Stasera, ho sentito dire che 1 terzo della riserva sarebbe scomparsa.  Cousseau oggi :

I canadair riempono i serbatoi sul lago di Lacanau (a Sud) tra i vacanzieri…

Strada dei laghi, verso Cousseau, i vigili del fuoco vanno al fronte

Stasera, ho sentito in T.V, turisti che si lamentavano perché non potevano raggiungere le spiagge. Mi è venuto da piangere di rabbia…Vorrei fare un plauso a tutti quegli  uomini che stanno ancora combattendo il fuoco nella palude, nelle dune…. mentre scrivo.

Annunci

5 thoughts on “Ardo di una fiamma di rabbia inestinguibile

  1. Alex,la tua rabbia è comprensibile e condivisibile da ogni mente sana.Ho visto le immagini per TV ma non sapevo che si trattasse della tua regione.Solo oggi ho sfogliato sud-ouest e ho letto dello sgombero di un campeggio mentre il fuoco non si dava per vinto.Speriamo nel miracolo della pioggia.
    Osman

  2. L’estate sarà lunga, Osman. Ieri, un paese verso Arcachon ha mancato bruciare perché un automobilista ha gettato un mozzicone dalla finestra…Comunque, a settembre, tornero a Cousseau….vedere se i pesci gatto hanno sopravissuto….if I were a catfish, mama ? I said, swimmin’ deep down in, deep blue see….Speriamo.
    Alex

  3. ciao Alex,

    non far caso al ritardo. Ho letto questo racconto quando ero in India. Ma mi son detto: commenterò da casa, con calma, dopo averlo riletto.

    Lacanau Ocean. Mi hai fatto tornare indietro nel tempo. Molto tempo. Estate 1979, vacanze con auto e tenda, con quella che sarebbe diventata la mia prima moglie. Che ricordi. Una notte soltanto a Lacanau, trovata chissà come girando in un mondo senza GPS, con cartine approssimative, ma con la faccia tosta di chiedere a chiunque dove fosse un campeggio. E trovare qualcuno che ci dice, seguitemi, monta in macchina e ci porta fin là.

    Un mare così diverso dal nostro morbido e morboso Mediterraneo, da fare quasi paura. Quel senso di infinito che ho provato, più di recente, osservando l’orizzonte blu dalle scogliere di Sydney o dal molo di Auckland.

    Lacanau Ocean. Grazie per aver riportato a galla tutti questi ricordi nascosti da qualche parte. Solo con un nome.

    Condivido la tua rabbia. In special modo se l’evento non è fortuito, ma è causato da uomini infami. Mai che rimangano intrappolati nel loro stesso fuoco e paghino la giusta vendetta della natura offesa.

    Ciao, a presto,
    HP

  4. Caro H.P, grazie di avere condiviso questo racconto. Davvero commovente. Ci saranno altri post su Lacanau….vedrai che il posto non è troppo cambiato : Ci sono ancora le foreste di pini, i laghi, lo stesso oceano di una volta. Voglio credere che siamo sempre gli stessi guasconi, pronti a dare la propria camicia per aiutare qualcuno….Comunque, se un giorno dovessi tornare a Lacanau, non dormirai al campeggio….ho sempre un letto e qualche bottiglia da aprire per gli amici….
    Alex

  5. Pingback: La Finlandia | Bordeaux e dintorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...