Quando gli italiani vendemmiavano l’Aquitania.

Plassac (Gironde) minuscolo paese vinicolo tra Bourg sur Gironde e Blaye sulla riva destra dell’estuario, a 60 km a nord di Bordeaux. La penisola del Médoc, sulla riva sinistra del fiume,  è una striscia di terra lunga circa 100 km e non c’è nessun ponte per attraversare l’estuario. Dal médoc, i turisti che vogliono raggiungere la riva destra si lamentano perché devono tornare a Bordeaux….una deviazione di più di 100 km ! Ovviamente, c’è una soluzione più economica  : il traghetto !  C’è un traghetto che fa servizio alla foce dell’estuario : dal Verdon a Royan ; un altro traghetto da Lamarque (Margaux)  a Blaye…Io ho preso il traghetto. Pensateci ! risparmierete benzina e tempo….

A Plassac, la strada lungo il fiume si chiama : la cornice della Gironde. Ci sono delle aree di parcheggio per ammirare il panorama. Davvero sorprendente ! basta attraversare il fiume per cambiare universo ! Non è più  il piatto e paludoso médoc che vediamo di fronte sull’altra sponda ! Sembra piuttosto la Toscana collinare !

La cornice della Gironde. Qui, il fiume è già un braccio di mare e siamo ancora lontani dalla foce, circa  80 km ! Sull’altra  riva c’è il médoc e i suoi famosi vigneti….A Plassac, le appellazioni sono côtes de Bourg, côtes de Blaye, fanno anche i famosi “crémants de Bordeaux”. I vigneti sono diversi, più alti, più facile da vendemmiare. Nel Medoc tutto si fa quasi a gattone !

I vigneti adagiati lungo il  fiume. Sono i romani che hanno introdotto la coltivazione della vite nella regione. Forse, 2000 anni fa, a Plassac si beveva già una specie di Frascati ? Notate anche la toponimia. Gli innumerovoli nomi di città nel sud-ovest,  tipo Plassac, terminando in ac si formano dei nomi geografici latini in acus. Probabilmente, il proprietario romano si chiamava Blaccius  e la proprietà Blacciacus. Poi, in guascone il nome è diventato Plassac. Ho male di testa, sono quasi ubriaco, l’aria è saturata dagli odori di fermentazione del vino… Andiamo a vedere la  villa dell’amico italiano dietro la chiesa….

Il porto di Plassac….

La città di Plassac. Ci sono bellissime case del settecento. La villa romana è stata scoperta per caso nel 1883 durante i lavori di restauro della chiesa….

Il sito degli scavi. Qui, si sono succedute tre ville : Una prima villa marittima in terzo stile pompeiano è stata costruita sotto il regno di Tiberio. La solita storia. Blaccius un emigrante italiano ha  abbandonato  la sua terra per cercare fortuna nel far west. Diventato ricco con il commercio del vino, si è fatto costruire una sontuosa villa. Il secondo secolo D.C segna l’apice di Plassac. La villa marittima viene demolita per lasciare posto a una nuova villa, una replica del palazzo imperiale sul palatino…poi, la villa del basso impero durante il quinto secolo  e il declino ineluttabile di Plassac…

Il sito visto dal piccolo museo di Plassac. Sono appassionati ma non guadagnano soldi, ero l’unico visitatore ! E presentato un film 3D realizzato dall’università di Bordeaux che permette una visita virtuale. Così saprete che la villa aveva una superficie di 6000 mq e la fattoria occupava 6000 ettari ! Tutto Plassac è stato costruito su questa villa ! La regione ha investito 3 milioni di euro, i mosaici sono stati inviati presso un laboratorio specializzato per un restauro. L’anno prossimo, i mosaici saranno di nuovo esposti sul sito.

Il cantiere…

Il minuscolo museo di Plassac dove sono esposti gli oggetti  proveniente dagli scavi….una bellissima collezione…Ci saranno altri post sugli italiani di Bordeaux. Non mancate !

Annunci

One thought on “Quando gli italiani vendemmiavano l’Aquitania.

  1. Pingback: Médoc : arrampicarsi sulla scala di Umberto Eco per scoprire il paese di Alex ! | Bordeaux e dintorni, stagione II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...