Torinoshima

“Se avessi saputo la fine che ho fatto, io all’Eternit non ci sarei andato” testimonia un operaio, un altro lascia : “Si comincia a dire che li si muore…A Casale Montferrato, circa 3000 persone sono state avvelenate a morte dall’amiante dell’Eternit, un’azienda di fibrocemento.  Non mancate martedi 29 novembre alle ore 20,40 su Arte Tv, il documentario : il grande processo dell’amianto di Niccolo Bruna et Andrea Prandstraller,  che segue il processo  aperto nel 2009  contro i due azionisti della multinazionale Eternit : il barone belga  De Marchienne e il miliardario svizzero Schmidheiny. I due sono accusati di  strage volontaria e omissione di cautele sanitarie. Il documentario segue, giorno dopo giorno, la vita quotidiana e la partecipazione al processo degli abitanti di Casale Montferrato, gente  che ha lottato  una vita intera per ottenere giustizia : Il verdetto è atteso per dicembre 2011.

.

In Francia, la situazione è paragonabile a quella dell’Italia. Ci sono 7 stabilimenti dell’Eternit in cui gli operai hanno lavorato nelle stesse condizioni di lavoro terrificanti  di  quelle degli operai piemontesi. L’esposizione, l’ inalazione  e l’ingestione di fibre di amianto  portano  inevitabilmente alla morte ; morte causata sia da un carcinoma polmonare, sia da un mesotelioma pleurico, sia da altri tumori….Al di là di Eternit, la statistica è fredda, implacabile : tra il 1995 e il 2025, l’amianto avrà ucciso più di cento mile francesi…Vietata in Francia nel 1997, L’amianto è ovunque : nelle scuole, negli edifici pubblici, nei tetti…ecc…secondo i dati più ottimisti : l’ecatombe finirà….nel 2037. Gi industriali non sapevano niente dei pericoli dell’amianto ? Sapevano tutto. I pericoli dell’amianto sono stati denunciati già all’inizio del novecento. Dagli anni 40 e 50, gli industriali sapevano per i cancri provocati dall’amianto. Durante il processo di Torino, Eternit ha svelato che era possibile fare a meno dell’amianto all’inizio degli anni 80. Eppure, Eternit ha continuato ad avvelenare la gente per più di venti anni….In Francia, invidiamo l’Italia, un paese dove la giustizia è  capace di avviare un processo penale contro i dirigenti dell’Eternit. Da noi, non sarebbe possibile perché il pubblico ministero non  è indipendente come in Italia. In Francia,  il pubblico ministero non esercita l’azione penale senza chiedere all’esecutivo….e nostri uomini politici non sanno resistere alle pressioni delle lobby industriali. In Francia, il barone belga e il miliardario svizzero potrebbero dormire tranquilli….perciò il processo di Torino è esemplare.

http://www.arte.tv/fr/4209628.html

Annunci

4 thoughts on “Torinoshima

  1. E’ consolante sapere che non sempre siamo gli ultimi della classe. Purtroppo spesso il potere politico e quello economico anche in Italia fanno combutta e le sentenze vengono protratte all’infinito, o risultano ammorbidite rispetto alle aspettative…

    Ma fatti come quelli di Eternit o Thyssen hanno portato alla sbarra miliardari stranieri che hanno sempre guardato solo al profitto senza la minima cura per la tutela e salute dei dipendenti. Tanto sono lontani, chi se ne frega, italiani, ce ne sono tanti, qualche unita’ – o qualche migliaio – sono spendibili… Mentalita’ colonialista. Le porcherie si vanno sempre a fare a casa degli altri.

    Speriamo in un risultato equo del processo. Se no rimane la solita farsa, con la volgare erogazione di quattro palanche cercando di tacitare un po’ di parenti che hanno perso un marito, un figlio, un padre.

    HP

  2. L’indipendenza della magistratura, ecco qualcosa dove l’Italia è meglio della Francia. Accidenti, forse sono avvelenato dall’amianto e non me ne sono accorto. Il batone belga e il miliardario svizzero meriterebbero di finire intossicati come le loro vittime. E non dilentichiamo Toulouseshima…

    Grande post. Ciao Alex, buon sabato, a proesto

    dragor (journal intime)

  3. Non trovo niente da aggiungere H.P. Hai detto tutto. Si, speriamo una condanna esemplare come quella resa dalla corte di assise di Torino nella vicenda Thyssen, una sentenza di omicidio volontario per i due dirigenti dell’Eternit….

    A presto, Alex

  4. Purtroppo, Dragor, in Francia siamo alla negazione dello stato di diritto…vedrai che a Toulouse non pagheranno i veri colpevoli, ma solo alcuni capri espiatori….gli avvelenatori meriterebbero anche “i legni della giustizia” come si diceva una volta per parlare della ghigliottina

    A presto, Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...