Natale a tavola di Alex

Il pranzo di natale si avvicina. Sappiamo già cosa fare, cosa organizzare…. per dire la verità siamo abbastanza tradizionalisti. Si mangia quasi sempre le stesse cose in quel periodo. Il menù sarà formato da ostriche, foie gras, salmone affumicato, insalatta  landese,  Cappone al forno con i marroni, alla fine la solita bûche de noël. Sarà una grande abbuffata con tutta la famiglia : i genitori, i nonni, gli zii, le zie, i cugini, gli amici dei cugini, i bambini….Come tutti gli anni, il suocero che fa un po’ il traffico di vino ci porterà addirittura una cantina di vino che farebbe impallidire d’invidia  i sommelier più famosi del mondo. Il tizio ti dirà : come lo trovi questo Pomerol ? e dovrai rispondere : si lascia bere ! E vero, drôle (ragazzo) ! Non si sbaglia mai con un Pomerol !  risponderà il vecchio prima di aprire una bottiglia di Margaux o di Saint-Emilion…per provarti che non si sbaglia mai con un vino di Bordeaux. Un dialogo già scritto, qualcosa di rituale. I guasconi sono capaci di stare per ore a tavola ! un pranzo sconsigliato alla gente che soffre di emorroidi. Comunque, dopo 6 ore a tavola riguarderai i bambini che hanno lasciato la tavola dopo 5 minuti con sguardi assassini….Domenica, siamo andati a comprare il cappone a Grignols, un paese a 90 km a sud est di Bordeaux ! L’ultima domenica prima natale ci è organizzato la fiera del cappone. Vale la pena attraversare la metà della provincia per comprare un cappone in un paese sperduto ? Si, perché sono capponi allevati liberi all’aperto….qui, si perpetra un’antica tradizione, i capponi vengono nutriti con granturco, pane e latte…

Niente di turistico !  la via centrale di Grignols. Siamo ancora in Gironda al confine tra le landes e il Lot et Garonne….Da Bordeaux per raggiungere Grignols dovete attraversare vigneti famosi : Graves, Sauternes…ragione per la quale siamo arrivati alla fine del mercato !

Il castello : “la Dame blanche” anche vicino a casa mia c’è un castello la “Dame blanche” ! manchiamo un po’ di immaginazione visto il numero di castelli che si chiamano la Dame blanche nella regione  !

A Grignols, non si vendono solo i capponi ! ma anche il maiale nero di bigorre….allevato nei sottoboschi della Bigorre, la bestiola si nutrisce con  ghiande e castagne….non mi sono avvicinato troppo….conoscete il prezzo del prosciuto pata negra ? Il nero di bigorre appartiene alla stessa famiglia….

Il tarbais è arrivato !  dice il cartello. Il tarbais è il fagiolo igp che viene  usato per fare il cassoulet, la garbure

 

Non esiste in Guascogna un mercato senza una bancarella di prodotti baschi….

A sinistra i formaggi dei pirenei, a destra, se cliccate vedrete un pezzo di lardo, d’accordo è meno conosciuto del toscano ma non c’è bisogno di salire fino a Colonnata….

La vera  baguette francese ! non quella che vendono a Parigi….

I capponi  superstiti ! gli altri sono stati uccisi la settimana prima il mercato….cosi si conservano bene in frigo fino a natale…senza congelarli….

La signora Despujols che mi ha venduto il suo ultimo cappone : 3,7 kg. 42 euro…

La bancarella dove la palla di rugby è anche un oggetto d’arte….

Di solito, non mi piacciono  Le confraternite gastronomiche….almeno costoro non hanno un abito ridicolo, non recitano brutti versi. E la confraternita dei capponi….del cappone delle due valli. Non fanno storia….e sono delle buone forchette !

Il Sauternes, un altro prodotto tipico di Bordeaux….esiste anche la marmellata  di Sauternes…se un giorno avete l’occasione…da assaggiare assolutamente….

Il cappone che ho comprato e non solo….

La torta di mele all’armagnac…ma non abbiamo aspettato natale per mangiarla !

Annunci

5 thoughts on “Natale a tavola di Alex

  1. Un altro post che fa venire l’acquolina in bocca. La Guascogna è decisamente il paradiso dei buongustai. Da noi viviamo di importazioni, in mancanza del cappone di Grignols dobbiamo ripiegare sul pollo di Bresse, infcredibilmente in vendita da Nakumatt. Quelli locali sembrano usciti da Mathausen. E anche in formato esportazione, la nostra Calena vuole 13 dessert. Da voi quanti ne avete?

    Ciao Alex, a presto

    dragor (journal intime)

  2. Non mangiate il baccalà e la verdura per calena, come fanno in Liguria ? Ma, guardi Dragor, Da noi, c’è solo la bûche de noël ! non abbiamo i 13 dessert, il presepe, i santoni….e tutta la bacchettoneria…Invece, nel paese basco c’è qualcosa che assomiglia a vostra “cacha fuèc”. Olentzero, un vecchio carbonaio, sporcaccione e ubriaco scende dalle montagne la notte della vigilia di natale per accendere il fuoco….Olentzero, il ceppo nel camino sono tradizioni antichissime…collegate al solstizio d’inverno…

    Ciao Dragor, a presto

    Alex

  3. Pingback: Botanica : la stagione delle orchidee a Bordeaux ! | Bordeaux e dintorni, stagione II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...