Uno squalo nel mio giardino

Triste spettacolo nelle Lande, a Contis,  sulla spiaggia del Cap-de-l’Homy,  dove un surfista ha fatto questa macabra scoperta qualche giorno fa.

Non si tratta del grande squalo bianco ma di uno squalo mako, quello li fa circa 2,5 m…una meraviglia della natura…capace di saltare fuori dall’acqua…E’ lo squalo più veloce del mondo,  può raggiungere facilmente i 100 km/h !   Mi fa pena vedere questo re degli oceani incagliato cosi sulla spiaggia…naturalmente, le gabbiane non sarebbero di questo parere ! D’inverno, non è una cosa rara trovare animali marini morti sulle nostre spiagge : balene, squali, delfini, foche…ecc…un vero cimitero ! le correnti marine e le terribili tempeste nel golfo di Guascogna…non risparmiano nemmeno i pesci….Pero, questa volta, non sembra che la morte del mako sia naturale perché lo squale presentava strane ferite. E’  stata decisa l’apertura di un’inchiesta, un’autopsia ha mostrato che lo squale era una femmina in gestazione (un feto di 80 cm è stato scoperto)…la causa della morte sarebbe imputabile ad  un incidente di pesca…lo squalo sarebbe stato catturato da una rete pelagica prima di essere rilasciato troppo tardi dai pescatori….forse, lo squalo seguiva lo stesso banco di sgombri del motopeschereccio oppure seguiva il motopeschereccio, attirato dal profumo degli sgombri…ora, non lo sapremo mai…Triste pensare che malgrado il divieto assoluto di pesca….una specie in via d’estinzione possa  morire cosi….Qualcuno che avrà visto il film di Spielberg, lo squalo,  vi dirà che lo squalo è un predatore, uno  spietato assassino, uno spaventoso  mangia-uomini, che gli squali attacano i nuotatori, i surfisti…ecc…ma non è vero, siamo noi i predatori….

                                                                    http://www.seashepherd.org/sharks/ 

Annunci

5 thoughts on “Uno squalo nel mio giardino

  1. Gliu squali non sono tutti uguali. Il più aggressivo è lo squalo bianco.In ogni caso le sue vittime si contano annualmente sulle dita di una mano. Visto che la nostra specie non è in pericolo e la sua si’, conviene rispettarlo. Con buona pace di Spielberg, gli assassini siamo noi

    Ciao Alex, buonanotte, a presto

  2. Quelli che difendono gli squali spesso sono stati le loro vittime ma non hanno mai smesso di proteggerli perché li conoscono meglio di chiunque e sanno benissimo che il loro presunto attacco alla razza umana è soltanto un errore di valutazione.
    http://www.sharkwater.com/
    Spielberg è noto soffre di nevrosi fobica da quando era bambino e non è mai guarito.I temi dei suoi film non sono un caso a cominciare da Duel 1972.

  3. Ciao Dragor….gli squali vengono anche serviti al ristorante come ho potuto constatare più di una volta….ma i furbi non scrivono squali sul menù…ma gattuccio, vitello di mare…ecc…una volta, i gattucci pullulavano e nessuno avrebbe avuto l’idea di mangiare questi piccoli squali, era un pesce riservato ai gatti….oggi è diventato snob mangiare i gattucci…non importa che sia una specie in via d’estinzione…

    A presto Dragor,

    Alex

  4. Grazie per il link, Osman ! Gli attacchi da parte degli squali si contano sulle dita di una mano….e non giustificano comunque la loro eliminazione….secondo me, tutti i realizzatori americani soffrono di nevrosi fobiche…hanno pauro di tutto…gli squali, gli alien, il vento, il mare, i terremoti, gli insetti….ecc…:-)

    A presto Osman,

    Alex

  5. Pingback: Paesi Baschi: Marrazoa, terrore del surfista italiano a Biarritz! | Bordeaux e dintorni, stagione II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...