Sotto il segno del bianco !

Domenica mattina. Comune : le Taillan-Médoc. Cari amici ! guardate le ragazze sotto la neve ! Il vigneto e il castello : “la dame blanche”,  appartengono alla famiglia Cruse dal 1896. Molto rara  la neve nel Médoc….direi anche eccezionale ! perché di solito l’oceano Atlantico gioca un ruolo di caldaia….Ho scelto di mostrarvi questo  vigneto perché anche esso non è banale….sono 5 ettari di Sauvignon che producono un Médoc…bianco !…. si, si, avete letto bene : bianco….so cosa pensate : ma, i vini prodotti nel Médoc e nell’Haut-Médoc non sono tutti rossi ?….qui, avete l’eccezione che conferma la regola : un Médoc bianco…un prodotto raro….insomma come la neve nel Médoc !….

Il castello “la Dame Blanche” (la dama bianca)….il castello è classificato monumento storico….il castello risale al medioevo….le facciate sono tipicamente settecentesche, le cantine sono del cinquecento (da visitare assolutamente !)….Il castello si chiama “dame blanche” perché sarebbe bazzicato le  notti della luna piena da una ragazza vestita di bianco…in realtà, la ragazza non bazzica il castello ma il vigneto che vedete sopra….E’ vero ! Di notte,  in autunno e in inverno quando tramonta il sole….c’è sempre una specie di nebbia che scende e che ti avvolge. Qualcosa di molto particolare. Fa veramente un’impressione strana ! Si dice che, nel VII Secolo, una giovane principessa mora si sarebbe inamorata del castellano….e sarebbe rimasta con lui per amore quando i suoi connazionali  sono tornati in patria….Da allora, la ragazza bazzica il vigneto e protegge il castello…..

 http://www.chateaudutaillan.com/index.php

Annunci

4 thoughts on “Sotto il segno del bianco !

  1. Non so se si deve preoccupare o no. Estate molto calde (https://alexdebordeaux.wordpress.com/2011/06/27/hell-in-bordeaux/) inverni rigorosi (fanno bene al baby boom!) oppure è la solita stampa che amplifica la natura di fenomeni tutto sommato normali. Neve a parte ma le temperature non hanno niente di polare né di siberiano.Non capisco perché i giornali insistono a dirci che in Siberia faceva 57 gradi.E’ una novità? C’è da preoccuparsi.Vuol dire che in Siberia vanno in giro in maglietta rispetto ai veri inverni della seconda guerra mondiale o degli anni 1960-61 (meteo france). Mah…

  2. Il caldo è un fatto. Secondo la Nasa, 2011 è stato il nonno anno più caldo dal 1880….nove degli anni più caldi dal 1880 in poi sono stati registrati nell’ultimo decennio. La Nasa ha rintraciato 131 anni di evoluzione delle temperature sulla terra, dal 1880 al 2011…nel video seguente, i colori rossi indicano le temperature superiori alla media (2°) :

    Sono d’accordo con te per quanto riguarda l’inverno….è stato normale…una nevicata invernale ? succede ogni tanto….anche da noi…
    P.S : in Francia c’è un nuovo concetto ! adesso ci sono due temperature in inverno : la temperatura reale e quella risentita 🙂

    Alex

  3. Credo che 2012 sarà un grande millesimo per il Médoc. Di solito la neve fa bene all’uva, specialmente se poi l’estate è soleggiata. Ho notato anch’io la faccenda della temperatura sentita, che è molto più bassa di quella reale. Come fanno a sapere la temperatura che sento? Al massimo la regola puo’ valere per Catherine Laborde e i suoi vestiti striminziti…

    Ciao Alex, buon lunedi’

    dragor (journal intime)

  4. E vero Dragor ! Si dice bene che la neve è un eccellente concime naturale ! Per dire la verità, avevamo bisogno di freddo per l’agricoltura…fino ad ora, non c’era l’inverno….i camelia e le mimose sono fiorite con un mese di anticipo….
    adesso, la sera mi sorprendo ad aspettare la meteo per sapere la temperatura che risentiro l’indomani….

    Buona sera, Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...