In cucina con Alex : Cannoli alla giapponese !

Non so se i giapponesi fanno i cannoli siciliani, ma, in ogni modo, c’è un ragazzo a Bordeaux che prepara i cannoli siciliani alla giapponese cioè usando per l’impasto  il saké al posto del marsala o del vino bianco. Come spesso accade, le ricette  nascono per caso. Un giorno, non avevo né vino bianco (un colmo per un bordolese)  né marsala….solo una vecchia bottiglia di saké nell’armadio. Perché no ?  mi sono detto…non dovrebbe essere male. D’altronde c’è scritto perfino sull’etichetta : “il saké Shirayuki è un vino di riso prodotto dal 1550 nella più  pura tradizione giapponese a partire dalla scelta dei migliori risi e delle acque pure che scaturiscono dai monti rokko”… Devo dire che questo saké mi ha permesso di realizzare l’impasto perfetto, non avevo mai avuto prima dei cannoli cosi croccanti…da allora, uso sempre il saké per questo tipo d’impasto abbastanza tradizionale in Francia per carnavale….Forse, vi chiedete come ho fatto per procurarmi gli stampi chiamati cannelli….li ho trovati un giorno in un negozio per turisti a Volterra !

Gli ingredienti per le cialde : 25 g di burro, 25 g di zucchero, 3 cucchiai di saké, 1 pizzico di sale, 150 g di farina, 1 albume d’uovo.

Battete  insieme il burro e lo zucchero fino a ottenere un composto untuoso e leggero. Aggiungete il saké, l’albume, il sale. Incorporate la farina e impastate il tutto  fino ad ottenere una pasta elastica….formate una palla che dovrà essere coperta con un tovagliolo (o una  pellicola per alimenti) lasciatela riposare per 2 ore al fresco (o nel frigo)

Gli ingredienti per il ripieno : 500 g di ricotta, 125 g di zucchero, 2 cucchiai di acqua di fior d’arancio, 1 cucchiaino di vaniglia liquida, 225 g di canditi misti.

Per il ripieno : battete la ricotta con lo zucchero, l’acqua di fior d’arancio la vaniglia  fino a ottenere un composto cremoso. Aggiungete i canditi e mescolate bene….mettete il ripieno in  frigo  fino al momento di utilizzarlo….

 

Stendete la pasta  a 2 mm. di spessore. Avete visto ? sono moderno ho la macchinetta ! adesso, ci sono due scuole : quelli che ritagliano dei dischi con un tagliapasta  e quelli che preferiscono ritagliare dei quadrati di 10 cm di lato…io non ho preferenza…l’importanza è di riuscire ad avvolgere bene la pasta intorno al cannello metallico….prima di chiudere non dimenticate di pennellare i  bordi con  un albume leggermente sbattuto….

Friggete in abbondante olio ben caldo (180°), e scolate i cannoli  su carta assorbente.  Sfilate i cannoli dai cannelli solo quando la cialda si sarà raffreddata. Ripetete l’operazione fino ad esaurire la pasta…

Farcite i cannoli con un cucchiaino da caffè o con una tasca da pasticcere….un’operazione delicata perché i cannoli sono fragili e potrebbero spezzarsi….

Disponeteli in un piatto e spolverate dello zucchero a velo….Itadakimasu (Buon appetito) !

Annunci

7 thoughts on “In cucina con Alex : Cannoli alla giapponese !

  1. Grazie del commento Selvaggiascocciata ! Ho visitato il tuo blog che ho trovato davvero interessante. Triste la chiusura di Splinder….ma ti seguirò con piacere su wordpress….

    Buona giornata

    Alex

  2. Grande Alex! Non sono Giapponesi. Sono Bordolesi.Io non ci riuscirei mai. Non sono facili da fare e in pasticceria non si trovano sempre almeno qui da noi a Carpi.
    Mi sono accorto dopo che hai usato stampini di due tipi. Quelli con la forma conica (entonnoir) si usano anche per cannoli di pasta sfoglia cotti al forno.
    (WordPress non mi riconosce più. Uso una email fasulla.)

  3. I cannoli non si fanno a Bordeaux….invece questo tipo d’impasto (preparato con i bambini) lo ritrovi ovunque in Francia per carnavale…allora basta con l’autodenigrazione carpigiana 🙂

    Non c’è problema con wordpress….è il mio provider free che non ti riconosce più….i tuoi mail sono intercettati dal filtro anti-spam (uso thunderbird per la posta elettronica). C’è un messaggio :

    Sorry, we were unable to deliver your message to the following address…..
    Remote host said: 550 Too many spams from your IP…… please visit http://postmaster.free.fr/ 550 spam detected

    http://postmaster.free.fr/

    Non ho ancora trovato come risolvere questo problema…..

    A presto, Osman

    Alex

  4. Purtroppo, HP, i piranha che avevo invitato hanno inghiottito i cannoli prima che possa pronunciare Itadakimasu…. 🙂

    Alex

  5. Pingback: In cucina con Alex : quando un bordolese fa un dolce siciliano ! | Bordeaux e dintorni, stagione II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...