Primo maggio a Parigi

E’  una tradizione immutabile ! In Francia, per il primo maggio, dovete  regalare rametti o mazzetti di mughetto portafortuna alle persone amate ; in questo periodo, se ne vendono più di 50 milioni ! Quindi, oggi, ci sarà una categoria di professionisti che non festeggerà la festa del Lavoro : i produttori di mughetto, i fiorai e i venditori ambulanti di mughetto. Il primo maggio incontrerete, in ogni angolo di francia, venditori “improvvisati” di mazzetti di mughetto. Improvvisati perché per il primo maggio non avete bisogno di autorizzazione prefettorale  per la vendita del mughetto. Quando ero piccolo, vendere il mughetto era un lavoro riservato ai bambini, l’occasione di guadagnare  una paghetta con il mughetto raccolto nel giardino dei nonni, oggi, è diventato una professione !

Parigi 1911. Primo maggio, la bancarella di una venditrice di mughetto

La parola mughetto deriva dal francese “muguet”, tutti i francesi dicono “muguet” ma,  io preferisco l’altro nome francese : le lis de la vallée….quasi il titolo di un romanzo di Balzac ! Nella parola “muguet” c’è l’idea di qualcosa di semplice…forse è  dovuto al  portamento modesto del mughetto  però, secondo me, con il suo profumo soave e intenso meriterebbe bene il suo nome di giglio della valle !

Sempre a Parigi. Primo maggio, 3 soldati italiani comprano del mughetto portafortuna….ne avranno bisogno….correva l’anno 1916….

Spesso, nei dipinti raffiguranti l’Annunciazione, il  mughetto viene  associato all’immagine della Madonna e alla sua purezza  perciò il mughetto  è simbolo di felicità e di portafortuna, il mughetto ignora la perfidia. Ci credete a questa storia della Madonna ? Secondo me la ragazza non ha visto uno stelo di mughetto in tutta la sua vita !  al limite posso ammettere che si sia sposata con un tizio che faceva il carpentiere in un paese dove non c’è un albero….ma immaginarla correndo nelle immense foreste umide di faggi e querce della periferia di Tel Aviv per raccogliere il mughetto….è troppo per me ! In realtà, in Europa,  la festa del mughetto era diffusa migliaia di anni prima del Cristianesimo, quando i fiori del mughetto apparivano dopo lunghi mesi d’inverno. Allora, i celti ed i sassoni celebravano Ostara, la dea della primavera…Il mughetto annuncia solo la primavera….

Parigi. Primo maggio 1932. Una bambina vende un mazzetto di mughetto.

Vi ricordate il povero Socrate costretto a bere la cicuta. Se volete iniziare una carriera di avvelenatore….non avete bisogno di veleno contro i ratti, stricnina o altro cianuro….basta aprire un libro di botanica, è più conveniente ! Il mughetto, come molte altre piante tipo l’aconito,  è un veleno mortale. Sembra sorprendente, oggi, con il principio di precauzione, che la vendita ne sia ancora autorizzata !  Il mughetto è un’erba delle streghe, veniva usato per combattere le vertigini ma soprattuto l’epilessia ! Tutta la pianta è tossica…. Credetemi, tentare di sopravvivere ad un decotto di mughetto vi fa dimenticare tutti i vostri problemi  di epilessia ! Siete troppo occupati ad impedire al vostro cuore di scoppiare !  Comunque, ci sono aspetti positivi : respirare il profumo del mughetto favorisce l’immaginario e la creazione artistica, fortifica la memoria e aguzza l’intelletto. Per quanto riguarda gli effetti del mughetto sul cuore….offrite un mazzetto di mughetto alla persona amata….vedrete….

 Parigi. Primo maggio 1914. Il profumo del mughetto. Presto ci sarà la guerra….

Buon primo maggio a tutti !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...