Il mercato delle pulci a Bordeaux

8 maggio 2012. Incredibile ! dopo 40 giorni di pioggia finalmente un raggio di sole. Cosa facciamo oggi ? Be’ andiamo a fare una passeggiata ai Quinconces, è l’ultimo giorno del mercato dell’antiquariato. Poveri commercianti, ogni anno, il mercato annega sotto la pioggia. Ti ricordi due anni fa, quando avevano sistemato delle assi per circolare sopra le pozzanghere ? Allora, cosa dice il meteo ? Freddo e temporali ! ti consiglio vestirti caldamente….Risultato cari lettori : sono vestito da sci  e la temperatura è di circa 28 gradi ! Forse, sarà un giorno fortunato e scoverò un paio di sci o un vecchio slittino ! Non si sa mai, l’estate si avvicina…..

Perché gli organizzatori hanno chiamato la manifestazione mercato dell’antiquariato ? Mistero. Io avrei detto : brocante, bric à brac, svuota soffita, svuota cantina, mercatino dello strausato, discarica….ecc….ma secondo loro, la gente viene da tutta la Francia per fare degli affari….non ci credo proprio….Francamente, immaginare che qualcuno possa venire da Lille, Nizza o Brest per comprare gli oggetti che vedrete sotto….

I libri ! Per me è una passione cercare tra i vecchi libri, scoprire un piccolo tesoro, ficcare il naso nei libri ingialliti, sentire l’odore della carta, dell’inchiostro….purtroppo qui,  niente di tutto  ciò, sono libri nuovi. Il rivenditore ha probabilmente comprato o ricuperato  libri destinati al macero da un editore. Non c’è niente da salvare….dove  sono i venditori di libri vecchi di una volta ?

Vendono anche le botti di vino (vuote) ! 23 euro la botte !  Siamo veramente colpiti dalla crisi ! Francamente, ne avrei comprata una per fare una giardiniera….ma non mi sentivo di rotolare una botte fino a casa mia ! Già che ero vestito da sci….non voglio passare per un bevitore. Pauvre drole (povero ragazzo) !  avrebbero sussurrato i miei vicini….

E si lamentono che non vendono niente ! Proprio incredibile ! 155 euro per questo sdraio da spiaggia merovingio Avete notato ? lo sdraio da spiaggia è a forma di ponte ! Non solo c’è questo tocco di eleganza ma hanno anche pensato alla comodità !

Ad ogni bancarella, rischio l’infarto. 360 euro per questo antico velosolex. Il tizio mi assicura che, malgrado il fatto che sia arrugginito, funziona perfettamente….sicuramente  accendere il motore sarà più facile che trovare un contratto di assicurazione per questa cosa…..la seconda cosa che mi viene in mente : non fatevi mai prendere dalla polizia !

Per quelli che amano rovistare tra gli oggetti,  il mercatino è un paradiso. Troverete anticaglie e patacche  provenienti da ogni parte del mondo : maschere africane “made in Taiwan”, mobili falsi, dischi di Johnny Hallyday, francobolli del Kurdistan, porcellane di Limoges, ceramiche etrusche, pitture di Picasson (il cugino francese di Picasso)…ecc…

Vicino ai pesci in legno, un maestoso gallo in metallo…la scelta ideale per arredare un piccolo salotto o una cucina….Purtroppo, avevo già incontrato l’animale l’anno scorso. È una caratteristica di questo mercato. Niente sorpresa. Da un anno all’altro, sono sempre gli stessi oggetti….

Nel fondo la colonna dei girondini sormontata dalla statua della libertà…ma non è in vendita !

Ci sono delle anticaglie che non oserei mai vendere invece i rigattieri osano tutto !….cos’è ? un alieno, un subacqueo….

I tedeschi hanno inventato il nano da giardino, noi siamo il paese del foie gras, allora, qualcuno ha inventato l’anatra da giardino….

Il nostro ex presidente della repubblica vende la sua collezione di rolex ! Se avete 3500 euro da spendere per un orologio di questo tipo….

Non volete adottare un cane ? solo 360 euro ! sicuramente un cane da sogno : non abbaia, non c’è bisogno di farlo uscire ogni cinque minuti ; secondo me, è anche abbastanza frugale : un trattamento antiruggine ogni tanto….et voilà !

Ho pensato alle miei lettrici….la bancarella delle “toilette” 🙂

Una bancarella tenuta da un’amica ! la tizia mi spiega che, quest’anno, non ha  venduto : colpa della pioggia e della crisi secondo lei. Non gliel’ho detto ma trovo che 20 euro per un piatto….non avete mai frequentato una sala d’asta ? Per 10 euro, potete ripartire con 50 kg di porcellana da tavola….

1100 euro  questa Rolls-Royce per bambini !….vale più della mia vecchia Ford ! C’è scritto : non toccare. Niente rischio a sinistra, il rigattiere è seduto con un manganello in mano !

Ah finalmente, mi sono comprato la cosa che mi piace di più al mercato dell’antiquariato ! Churros e altri Chichis. 5 euro la dozzina ma ne valgono il prezzo !

 

Annunci

9 thoughts on “Il mercato delle pulci a Bordeaux

  1. Quante cose!
    Io vorrei le paperine, sembrano vere! Poi al posto dello churros, prenderei volentieri una mela caramellizzata, ma non per mangiarla, mi romperei i denti, solo per portarmela in giro. Poi i libri vecchi, puzzano, hanno la muffa e sono praticamente inutilizzabili.
    La stradio, sembra un’antenata del velux. Avrei preso anch’io una botte per farne un pezzo di arredamento (?), quanto al velosolex, non so cosa sia.
    Ma davvero sei andato in giro mascherato da sciatore?
    Ieri so che a Paris c’erano 35°C!
    Mi manca Bordeaux.
    P.S. Ma alla fine non hai acquistato nulla?

    • Bonjour Alex,
      Mon ordi est une machine infernale : il tape comme ça lui chante !
      Le mot ‘stradio’ n’existe pas ! C’est SDRAIO.
      Scusa.
      Et des gauffres au nutella, il y avait ?

      • Mais qu’est ce que c’est cette obsession pour le nutella ? Après les crêpes, les gauffres ! Si, ils faisaient également les gauffres au nutella. Pour être honnête, le stand était tenu par des fans de Ferrero, ces barbares m’ont proposé un petit pot de nutella pour accompagner les churros !

        Bon week-end Francesca,

        Alex

  2. Bonsoir Francesca !

    Je n’ai rien acheté mais la saison des brocantes ne fait que commencer. Le marché des antiquaires sur les quinconces a lieu deux fois par an ! Et puis, il faut reconnaitre que je suis dépourvu de talent pour la décoration ou pour trouver une nouvelle fonction à un objet. Pour moi, un vieux meuble reste désespérément….un vieux meuble !

    Un vélosolex est un vélomoteur avec un petit moteur à l’avant. Il n’y a pas d’accélérateur, la vitesse reste constante….le problème c’est que le moteur est trop faible dès qu’il y a une côte, il faut donc se mettre à pédaler. Tuant. C’est un objet mythique en France comme la Vespa en Italie.

    J’ai un peu exagéré ! quand je suis parti de la maison, il faisait froid et il pleuvait, j’avais donc une veste et un pull…et sur les quinconces, il s’est mis subitement à faire chaud, une vraie fournaise.

    Les pommes d’amour font le bonheur des dentistes (j’ai lu ton post d’aujourd’hui)

    A bientôt Francesca !

    Alex

  3. Bellissimo, abbiamo “chiné” in tua compagnia, come essere sul posto, Per i libri antichi, il migliore business l’ho fatto alla braderie della Chiesa Anglicana di Nizza: per 5 euro, un’edizione di “Alice in Wonderland” del 1894! Se ne trovano anche alla svendita del Secours Catholique. e ovviamente alla brocante di Cours Saleya, ma la’ costano di piu’

    Ciao Alex, a presto

    dragor (journal intime)

  4. Grazie per l’informazione Dragor ! quando vengo a Nizza mi fermo alla brocante di Cours Saleya. Da noi, i libri antichi non si trovano più….anche quando un tizio eredita da una nonna una biblioteca France-Loisirs, fa valutare subito i libri…un’edizione di Alice….ne avrei fatto un infarto…..

    A presto Dragor !

    Alex

  5. Bonjour Alex,
    mi hai fatto tanto ridere con “ces barbares” che credo siano gli italiani con la loro nutella
    Ma tu le crêpe le mangi nature? Con lo zucchero? Au chocolat ?
    Sinon connais-tu le spéculoos (la crème) ?
    Allez, je m’en vais, bonne soirée.

  6. Content de t’avoir fait rire ! Si la pâte à crêpes est bien parfumée (fleur d’oranger, rhum, vanille, zeste de citron) tu peux les saupoudrer de sucre ou les manger nature…Si tu as besoin de chocolat ou de confiture c’est que ta pâte doit être un peu fade…Mais, bon, je suis un intégriste de la crêpe….

    Je ne connais pas la crème de spéculoos. Mais pourquoi pas ? Le spéculoos est la grande mode en ce moment en France : les biscuits, la glace aux spéculoos, la liqueur de spéculoos, la poudre de spéculoos….D’ailleurs, le dessert préféré des français est le “tira(t)mitsu” aux spéculoos ! Cela ressemble un peu à un dessert italien sauf que les biscuits de Savoie sont remplacés par des spéculoos, que le mascarpone est remplacé par la mascarpone (les français n’ont pas encore compris que le mascarpone était un fromage et non une crème !) Le mot se prononce différemment qu’en italien : le premier t est facultatif (dépend de l’interlocuteur), en revanche le second t est obligatoirement accentué et suivi d’une légère pause avant de prononcer le su comme le participe passé du verbe savoir….

    Bon dimanche Francesca !

    Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...