Verona Vs Bordeaux

Sarebbe questo il balcone di Giulietta ? ho chiesto disilluso alla mia amica. Ma, qualcuno ci ha beffato ! Sei sicura ? senti, lei mi ha risposto, sono stanca morta, fa tre volte che facciamo il giro di Verona, abbiamo seguito i cartelli e il fiume di giapponesi. Francamente, mi dai veramente sui nervi,  sono pronta a ucciderti ed a tornare a Bordeaux….D’accordo, d’accordo, mettiamoci in fila dietro i giapponesi per la foto….Vedete. Vi confesso tutto ! Anch’io  ho fatto il turista in Italia !

Adesso, torniamo a Bordeaux. Mi trovo “rue Neuve” (via Nuova)  in pieno centro storico.  La via ha conservato il suo aspetto medioevale.  Il quartiere non è stato ancora colpito dal rinnovo urbano. Rinnovo che consiste a Bordeaux a ripulire tutte le facciate in modo maniacale. L’amico che mi accompagna mi racconta, per l’ennesima volta, la storia dei suoi genitori che avevano la casa in rue Neuve. Ti rendi conto, Alex, questi imbecilli hanno venduto il palazzo per un appartamento in periferia con la cucina in formica e l’acqua corrente  !   E’ così, rispondo un po’ fatalista, il formica era di moda negli anni 70 e un bagno era il colmo del lusso. I tuoi genitori non potevano sapere che questo quartiere operaio sarebbe ristrutturato….Gli  imbecilli ! oggi,  sarei milionario….hai visto il prezzo di un appartamento ! Allora, immagini il prezzo di un palazzo….

Forse, vi chiedete il rapporto con Romeo e Giulietta. Siate pazienti ! Prima, dobbiamo prendere il vicolo cieco (impasse rue Neuve) che vedete nella prima foto. Avete notato all’ingresso del vicolo, a destra,  la nicchia  che ospita una statua della Madonna. Nel XVII secolo, la nicchia accoglieva una statua di Giovanni Battista. Le apparenze ingannano, la rue Neuve è una via antichissima….

Oggi, la rue Neuve è situata in pieno centro storico ma, non è stata  sempre il caso. Nel medioevo, la via era ancora tutta in campagna. C’erano giardini, ci si coltivava la vite. Quando la città ha cominciato ad essere  sovrappopolata, i nobili e i nuovi ricchi si sono trasferiti in questa zona. Adesso, sapete perché la via si chiama rue Neuve. Avete notato la casa con le splendide  finestre  geminate ? Non sono false ! risalgono al XIV secolo ! Altro che il balcone di Giulietta a Verona ! Avete sotto gli occhi la casa più vecchia di Bordeaux ! Mi aspettavo a una cosa del genere quando sono andato a Verona ! Perché rue Neuve, potete immaginare la scena del balcone quando Giulietta appare ad una finestra : O Romeo, Romeo ! perché sei tu Romeo….In questa casa, non è mai vissuta  una Giulietta. Meglio così, perché a Verona i turisti hanno la brutta mania di scrivere i loro nomi sui muri e  il nostro  municipio ha appena fatto pulire la facciata della vecchia casa !

Ovviamente, se non avessimo avuto una coppia di Romeo e Giulietta a Bordeaux, non avrei scritto il post. Per scoprire la casa e il balcone di nostra Giulietta, dovete andare in fondo al vicolo, dove c’è il cancello metallico….

Guardate questa meraviglia del XVI secolo ! Sicuramente la più bella casa di Bordeaux con la sua doppia galleria. Questo tipo di casa si chiama in guascone “Ostau”. La casa apparteneva a Jeanne Lartigue, nostra Giulietta bordolese, la moglie di Montesquieu. In Italia, Jeanne e Montesquieu avrebbero conosciuto una sorte simile a quella di Romeo e Giulietta. Jeanne era una tizia bruttona, la poverina aveva una gamba più corta dell’altra e la ragazza zoppicava come un vecchio lupo di mare. Ma, Montesquieu si è innamorato di Jeanne lo stesso perché come si dice : “Il cuore ha le sue ragioni, che la ragione non conosce”. Le famiglie erano contrari al matrimonio. I Montesquieu erano di un rango superiore. D’altronde, il matrimonio era impossibile perché i Montesquieu erano cattolici e i Lartigue protestanti. I matrimoni misti erano tassativamente vietati. La coppia avrebbe rischiato la galera o peggio….Ma, se ne fregavano alla grande di tutto  ciò i nostri due amanti. Si sono sposati di nascosto, riconciliati con le loro famiglie  senza tragedia all’italiana.  E Vissero Felici e Contenti….

Annunci

6 thoughts on “Verona Vs Bordeaux

  1. Queste ostau sono bellissime, assomigliano a certe case della Galizia. Sembra strano che un tipo raffinato come Montesquieu si sia innamorato di quel cesso. E’ proprio vero che l’amore è cieco. E Shakespeare a Bordeaux sarebbe fallito. Dov’è il bel dramma fra i Capuleti cattolici e i Montecchi protestanti? Ecco perché le sue tragedie le situava in Italia;;;
    Splendida escursione fra i misteri di Bordeaux. Alex, sei la nostra guida che le guide non conoscono 🙂
    Ciao, a presto

    dragor (journal intime)

  2. Grazie dell’apprezzamento Dragor ! A proposito di Jeanne Lartigue, non volevo rovinare mio post con un aspetto minore della vicenda : la ragazza aveva dei soldi 🙂

    A presto Dragor

    Alex

  3. Pingback: Bordeaux : la madonnina di ruggine incoronata da una ghirlanda elettrica. | Bordeaux e dintorni, stagione II

  4. Pingback: A Bordeaux, le librerie sono delle navi ! | Bordeaux e dintorni, stagione II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...