Lo scatto promesso a Francesca !

 

Francesca è una fedele lettrice di Bordeaux e dintorni, lei ha vissuto a Bordeaux e ha lavorato alla maison de l’Europe. Per dire la verità, non avevo mai sentito parlare di questa “maison de l’Europe” e quindi ho cercato di sapere dove era questa associazione. Quando Francesca ci lavorava, la maison de l’Europe era altrove ; ma oggi, la maison de l’Europe occupa questo splendido palazzo del XVIII secolo situato all’angolo tra place Jean Jaurès e cours du Chapeau rouge. Questo palazzo è famoso a Bordeaux perché è stato costruito nel 1773 da Victor Louis, il tizio che ha costruito il Grand Théâtre di bordeaux. Il palazzo si chiama l’hôtel Boyer-Fonfrède. Oggi è chiuso ma dentro c’è una scala monumentale che permette ad un cavaliere di salire facilmente fino al terzo piano ! Il primo proprietario di questo palazzo, il signor Boyer-Fonfrède, un deputato girondino, non è morto rompendosi il collo nelle scale con il suo cavallo ma è stato ghigliottinato nel 1793 durante il terrore. D’altronde potete leggere il suo nome sul monumento dei girondini….

 

Mentre, alle mie spalle, i turisti scattano la piazza della Borsa e lo specchio d’acqua….mi sono avvicinato per scattare un’altra foto…e vi propongo un indovinello : Nella foto è “nascosto” un piccolo tesoro, sapreste dirmi di cosa si tratta ?

 

La risposta era il batacchio della porta ! dico il batacchio ma potremo parlare addirittura di un gioiello, un puro capolavoro del XVIII secolo. Purtroppo, spesso questi batacchi sono rubati e si ritrovano dagli antiquari. Nel XVIII, erano così preziosi che venivano tolti ogni sera !

Annunci

8 thoughts on “Lo scatto promesso a Francesca !

    • Buona sera Don(n)a !

      Mi hai dato un’idea per una serie di post che inizierà in settembre : i vecchi nomi delle vie di Bordeaux. Per esempio il nome Chapeau Rouge viene da un’antico ristorante che era situato in questa via. L’insegna ne era un cappello di cardinale. Il nome cours deriva dalla parola italiana corso…prima l’uso di “cours” a Bordeaux dicevamo “fossé” (fossato) perché questi fossati seguivano l’antico recinto romano…Non, Don(n)a, Richelieu è soltanto il nome della piazza prima la rivoluzione….Risposta domani !

      Alex

  1. No, non hai vinto però mi hai fatto ridere ! Questi “decrottoirs” sono ovunque a Bordeaux. Venivano usati per attaccare i cavalli…

    Buona sera Osman !

    Alex

  2. Pingback: Bordeaux è tornata Serenissima ! | Bordeaux e dintorni, stagione II

  3. Pingback: La regina italiana di Bordeaux ! | Bordeaux e dintorni, stagione II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...